Controlla la bolletta del gas naturale

Calcolatore di bollette del Gas alle tariffe di Maggior Tutela

Calcolatore per controllare le vostre bollette del Gas: inserite il Comune (necessario per la zona tariffaria), il periodo fatturato e il numero di Smc consumati che trovate in bolletta, confermate e avrete subito il totale da pagare, la sintesi degli importi fatturati e il dettaglio delle singole voci.

Comune: 
Periodo dal:
al:
Smc: 
 
)
(Coeff. P: 
Totale bolletta:
 
SINTESI IMPORTI FATTURATI
Spesa per la materia energia gas
 
Trasporto e gestione del contatore
 
Spesa per oneri di sistema
 
Totale imposte e IVA
 
DETTAGLIO FISCALE
Accisa
 
Addizionale Regionale
 
IVA 10% (su imponibile di + €)
 
IVA 22% (su imponibile di +" €")
 
DETTAGLIO IMPORTI BOLLETTA
SPESA PER LA MATERIA ENERGIA
Unità di misura
Prezzi unitari
Quantità
Totale euro
QUOTA FISSA
 
QUOTA ENERGIA
 
TOTALE SPESA PER LA MATERIA ENERGIA
 
 
SPESA PER IL TRASPORTO E LA GESTIONE DEI CONTATORE
Unità di misura
Prezzi unitari
Quantità
Totale euro
QUOTA FISSA
 
QUOTA ENERGIA
 
TOTALE SPESA PER IL TRASPORTO E LA GESTIONE DEL CONTATORE
 
 
SPESA PER ONERI DI SISTEMA
Unità di misura
Prezzi unitari
Quantità
Totale euro
QUOTA FISSA
 
QUOTA ENERGIA
 
TOTALE SPESA PER ONERI DI SISTEMA
 
 
IMPOSTE ED IVA
Unità di misura
Prezzi unitari
Quantità
Totale euro
ACCISA SUL GAS
 
ADDIZIONALE REGIONALE
 
IVA
IVA 10% (su imponibile di  )
 
IVA 22% (su imponibile di  )
 
(Totale IVA  )
TOTALE IMPOSTE ED IVA
 
 
TOTALE BOLLETTA
 
 
 

Potete così controllare se le cifre calcolate corrispondono a quelle che vi trovate in bolletta o se c'è qualcosa che non va e merita di essere approfondito.

Se invece notate che i valori del calcolatore differiscono in modo significativo rispetto a quelli riportati nella vostra bolletta reale, consigliamo di controllare prima di tutto il vostro coefficiente P: il simulatore infatti ha preimpostato il valore tipico di 38,52 che di norma fornisce un'approssimazione dell'ordine di pochi centesimi ma se il coefficiente P riportato nella vostra bolletta risulta notevolmente diverso inseritelo nell'apposito campo e ricalcolate la bolletta per una maggiore precisione.

Nel caso in cui la vostra bolletta reale presentasse ancora differenze di rilievo rispetto a quella calcolata dal simulatore, lasciate pure una segnalazione nei commenti qui sotto, cercheremo per quanto possibile di approfondirne le ragioni.

Commenti

la bolletta che allego non corrisponde a quella del simulatore eppure mi segnalano che il pcs è pari al 38,52

Il commento risulta privo di allegati, segno che l'operazione non è andata a buon fine.

Dopo aver scelto il file da allegare è necessario premere il tasto "Carica" prima di inviare il commento con il tasto "Salva".

mi hanno appena inviata la nuova tariffa che andrei prossimamente a pagare cosa cambierà? gia la bolletta non corrisponde come avete potuto constatare dal mio precedente commento

buongiorno ho fatto il calcolo consumo gas su 54 smc, e con voi viene 50,89 €, mentre io con il mio gestore Iberdrola ho pagato €62.71
mi indichereste un gestore serio?
grazie

Cerco di simulare il periodo dall 1 aprile al 31 maggio ma esce sempre la finestra con scritto le date devono essere successive.che vuol dire

buongiorno,volevo sapere se e' giusto che io con uso domestico ho il coefficente "c",mentre voi scrivete p e' normale?inserendo i miei dati e' venuto fuori un totale di 472.24 mentre la mia bolletta e' 509.31-Cosa posso fare per vedere come mai il mio coefficente non e' p come scrivete voi?

Buongiorno, il significato dei coefficienti P e C è spiegato  sul sito dell'ARERA (Autorità per l'Energia): Potere calorifico superiore convenzionale (P) e Coefficiente correttivo (C).

Nella tabella con le tariffe del gas di questo trimestre pubblicata sullo stesso sito (Gas - servizio di tutela) si legge "coefficiente P (GJ/smc): 0,03852  Inserite qui sopra il valore del coefficiente P indicato in bolletta per visualizzare i prezzi unitari fatturati per i consumi del periodo 1 aprile - 30 giugno 2019" e non si fa mezione del coefficiente C.

Secondo l'Autorità per l'Energia, il valore del coefficiente P dovrebbe quindi essere indicato in tutte le bollette del gas, per questa ragione abbiamo scelto di utilizzare il coefficiente P nel simulatore ma dato che a quanto pare in molte bollette è indicato solo il coefficiente C e non il coefficiente P vedremo di adeguare lo strumento con la possibilità di inserire il coefficiente C.

In ogni caso, le variazioni dovute al coefficiente di correzione sono generalmente minime, per cui lasciando il valore preimpostato come coefficiente P nel simulatore si dovrebbe ottenere una buona approssimazione della bolletta. La differenza che segnala sembra eccessiva per essere dovuta solo alla correzione del coefficiente, se vuole può allegare la bolletta a un commento, eventualmente coprendo i dati sensibili, cercheremo di approfondirne le ragioni.

Buongiorno..ho provato ad aggiungere ai commenti la foto della bolletta ,ma il file risulta troppo grande...come posso fare?avete un indirizzo mail a cui poterla inviare? Grazie

Buongiorno, di norma il limite di 2 MB dovrebbe essere sufficiente per l'immagine di una bolletta, se la risoluzione non è particolarmente elevata.

Comunque abbiamo provvisoriamente alzato il limite a 100 MB per consentire l'inserimento di questa foto che evidentemente supera i 2 Mb: se vuole riprovare dovrebbe accettarla.

Prego, la differenza tra le due ultime letture indica un consumo di 615 smc che diventano 630 smc solo in seguito all'adeguamento al coefficiente correttivo C, come si legge nella nota contrassegnata dall'asterisco. Il che significa che il consumo di 630 smc riportato in bolletta tiene già conto del coefficiente correttivo C, che quindi non deve più essere considerato nei calcoli successivi. 

Rimane il coefficiente P, che sta ter Potere Calorifico Superiore Convenzionato e in questo caso vale 39,87, cifra che va inserita nel calcolatore al posto del valore di default (38,52) prima di premere il tasto Calcola Bolletta.

Provando a inserire i dati su un comune (Torino) che ha la stessa addizionale riportata in bolletta viene effettivamente un totale di 472.24 euro invece di 509,31 dove la differenza principale sembrerebbe legata alla voce "Imposte" di 123,35 euro in bolletta, dovuta probabilmente al calcolo dell'accisa.

Senza conoscere il dettaglio della bolletta non è però possibile approfondire le ragioni delle differenze riscontrate. Per eventuali prossimi allegati il limite di grandezza dell'immagine è ora di 3 MB, che dovrebbero essere sufficienti, dato che la foto allegata superava di poco i 2 MB (2,1 MB).

Buongiorno, il simulatore calcola bollette per usi civili, le condizioni per usi industriali sono diverse, sotto certi aspetti anche molto diverse, per esempio nel caso di questa fattura le aliquote delle accise per usi industriali (cod. 0410) sui consumi sono di 1,2498 centesimi al m3 mentre per usi civili con questo livello di consumi (che comunque per usi civili non sono praticamente mai così elevati) arriverebbero a 18,6 centesimi al m3 e il totale risulta più di dieci volte tanto, come si vede dal simulatore. 

Insomma non sono comparabili, mi spiace ma questo simulatore non può essere usato per controllare una fattura per usi industriali.

Come mai vengono considerati i 3 scaglioni per il conteggio sia per il trasporto, che per gli oneri, che per le imposte, pur considerando da inizio anno un consumo di 245 smc?
Grazie

In base alla normativa vigente, 245 smc consumati durante 3 o 4 mesi vanno ripartiti sui primi 3 scaglioni per quelle voci di spesa.

Se nota qualche differenza significativa con la sua bolletta può allegarla a un nuovo commento, eventualmente coprendo i dati sensibili, cercheremo di approfondire.

Aggiungi un commento