La bolletta elettrica 2018: come aumenta per residenti e no

l'Autorità per l'Energia Elettrica ha fissato le nuove tariffe per i consumi elettrici a partire dal 1 Gennaio 2018 e si parla già di un aumento del 5% ma probabilmente è una stima per difetto. Verifichiamo come aumenta davvero la nuova bolletta del 2018 rispetto a quella del 2017, esaminando tutti i casi concreti possibili,.

Diciamo subito che le nuove tariffe elettriche del 2018 non presentano variazioni strutturali come quelle che hanno sconvolto la bollettazione, e anche qualche utente non residente, all'inizio del 2017. Quest'anno invece, almeno per quanto riguarda la struttura tariffaria, nulla cambia; le novità del 2017 sono mantenute e rimane tutto come prima, in particolare:

  • i non residenti continuano a pagare la quota fissa per oneri di sistema (di 127,41 € più Iva all'anno);
  • ci sono sempre due scaglioni di consumo, uno per i primi 1800 kWh annui e un altro per i kWh eccedenti;
  • il kWh consumato ha lo stesso costo PE sia per gli utenti residenti che per i non residenti.

Le uniche variazioni riguardano dunque i prezzi, con aumenti che vanno dal 3% al 10% in funzione dei consumi e della tipologia di utenza residente o non residente; l'aumento medio si attesta intorno al 6% e corrisponde alla bolletta tipica per un consumo bimestrale intorno ai 450 kWh di un'utenza residente, che passa dai 90 € pagati nell'ultimo trimestre del 2017 ai 95,5 € da pagare nel primo trimestre 2018.

L'aumento appare lievemente più significativo per gli utenti non residenti, che per la stessa bolletta da 450 kWh pagavano nel 2017 sui 118 € e pagheranno circa 127 € nel 2018, con un aumento superiore al 7%.

Al contrario di quanto avvenuto nel 2017, gli aumenti del 2018 interessano più il prezzo del kWh consumato che le quote fisse e in conseguenza incidono maggiormente sui consumi più elevati. Si arriva fino a un +10% per le bollette non residenti sopra i 300 €, mentre nel caso di consumi pari a zero la bolletta residente resta pressochè invariata sui 22 € e quella non residente aumenta di un 3%, passando da 46,5 € a 48 €. 

Le bollette tipiche delle famiglie con utenza residente, che pagano tra 70 e 100 euro al bimestre (al netto del canone Rai, s'intende) per consumi intorno ai 500 kWh, aumentano del 6%, forse qualcosa di più che di meno. Comunque la stima che circola del 5% ci sembra decisamente troppo ottimista, aspettiamo il comunicato stampa ufficiale dell'Autorità per l'Energia, che l'anno scorso a quest'epoca era già arrivato e che quest'anno sembra tardare.

Poiché il nostro simulatore è già aggiornato con le tariffe del 2018, possiamo subito verificare in concreto come cambia il prezzo finale di una bolletta in base ai consumi, ecco di seguito i diversi casi: cercate il vostro in base a quanto pagate di solito in bolletta e se volete un calcolo più preciso di quanto pagherete realmente nella prima bolletta del 2018, potete usare il nostro simulatore inserendo i vostri consumi dell'ultima bolletta del 2017 (o quelli che prevedete per la prima bolletta del 2018) con le date del 2018, per esempio dal 4/1/2018 al 4/3/2018.

  • Bolletta da 300 kWh (sui 60 € per i residenti)
    • Utente residente (aumento del 5%)
      • Ultima bolletta (interamente del) 2017:     60 €
      • Prima bolletta (interamente del) 2018:      63 €
    • Utente non residente (aumento del 5,5%)
      • Ultima bolletta 2017:     91 €
      • Prima bolletta 2018:      96 €
  • Bolletta da 450 kWh (da circa 90 €)
    • Utente residente (aumento del 6,8%)
      • Ultima bolletta 2017:     88 €
      • Prima bolletta 2018:      94 €
    • Utente non residente (aumento del 7,6%)
      • Ultima bolletta 2017:     118 €
      • Prima bolletta 2018:      127 €
  • Bolletta da 600 kWh ( da circa 120 €)
    • Utente residente (aumento del 6,7%)
      • Ultima bolletta 2017:     120 €
      • Prima bolletta 2018:      128 €
    • Utente non residente (aumento del 7,5%)
      • Ultima bolletta 2017:     146 €
      • Prima bolletta 2018:      157 €
  • Bolletta da 1200 kWh
    • Utente residente (aumento del 6,8%)
      • Ultima bolletta 2017:     237 €
      • Prima bolletta 2018:      253 €
    • Utente non residente (aumento del 9,8%)
      • Ultima bolletta 2017:     255 €
      • Prima bolletta 2018:      280 €

Aggiungi un commento