Quanto costa un kWh nella bolletta elettrica nel 2018

Alcuni lettori ci hanno chiesto un metodo per calcolare i costi della bolletta elettrica in base ai kWh consumati, così da verificare subito almeno sommariamente se il totale dell'ultima bolletta arrivata può considerarsi corretto o se invece c'è qualcosa che non va e che merita di essere approfondito.

Cercheremo quindi di indicare un modo per calcolare rapidamente il totale di una bolletta elettrica in base ai consumi, rimandando chi vuole un controllo più preciso ai nostri calcolatori online, accessibili cliccando sulle voci corrispondenti nel menu in alto.

PLACET: calcolatore di bollette per offerte placet a prezzo fisso

Controlla la tua bolletta elettrica e mettila a confronto con quella che avresti pagato ai prezzi di un'offerta PLACET a prezzo fisso di un qualsiasi gestore, basata sulla delibera 555/2017 dell'Autorità per l'Energia ARERA.

E' facile: inserisci nel riquadro le date del periodo fatturato e i kWh consumati che trovi nella tua bolletta, per vedere la bolletta che avresti ricevuto in base a una qualsiasi offerta di tipo PLACET a prezzo fisso, basterà inserire i prezzi dell'offerta, Pfix per la quota fissa e Pvol

La notizia dei 35 euro in più nella bolletta enel per i morosi

Le elezioni del 4 marzo 2018 sono sempre più vicine e la bolletta della luce, che tocca personalmente il portafoglio di tutti gli elettori, diventa inevitabilmente un argomento di campagna elettorale col susseguirsi di notizie più o meno veritiere.

Abbiamo già avuto modo di fare chiarezza sulla delibera ARERA 50/2018, che veniva presentata dai media con titoli come "Ora le bollette dei furbetti le dobbiamo pagare noi", quando in realtà il suo significato era ben altro. Ora sta circolando la notizia di un addebito di 35 euro nella bolletta enel

I furbi della bolletta: pagheremo tutti per gli utenti morosi?

In questo periodo, quando mancano meno di due settimane alle elezioni del 4 marzo 2018, sono comparsi sui giornali titoli come: "Bollette della luce non pagate: saremo noi a sborsare per i morosi", oppure "Ora le bollette dei furbetti le dobbiamo pagare noi" o ancora "Bollette elettriche: la morosità sarà pagata da tutti i consumatori" e simili.

Vale la pena di fare un po' di chiarezza perchè questi articoli si riferiscono tutti alla delibera 50/2018 dell'ARERA ma sono talmente lontani dal senso vero di tale provvedimento che si può tranquillamente parlare di fake new per la maggior parte di essi.

Potenza impegnata: quanto si paga al kW in maggior tutela

Poichè non tutte le utenze domestiche hanno la tipica potenza impegnata di 3 kW, può essere utile sapere esattamente quanto si paga per ogni kW di Potenza contrattualmente impegnata (questa è la denominazione in bolletta) e se ne avete realmente bisogno.

Prima di tutto, se non siete sicuri di quanti kW di potenza impegnata preveda il vostro contratto, lo potete trovare in alto nella prima pagina della bolletta, nella sezione DATI FORNITURA, dove compare anche il valore della Potenza disponibile, che di norma corrisponde alla potenza massima maggiorata del 10%.

Tutela Simile: cosa vuol dire e a chi conviene.

A partire dal 1 Gennaio 2017, gli utenti di energia elettrica in regime di maggior tutela possono accedere alla cosiddetta "Tutela Simile", perciò ci sembra utile fare un po' di chiarezza sul significato di questa espressione.

Prima di tutto: cos'è la "Tutela simile"? Può sembrare strano ma in sostanza si tratta di una particolare offerta di energia elettrica sul mercato libero.

Ricalcolo bollette Enel per variazione da residente a non residente

Alcuni lettori ci segnalano ricalcoli in bolletta per variazione da tariffa residente a tariffa non residente sulla fatturazione di anni precedenti.

Poichè riguarda generalmente la fatturazione di diversi anni, questo tipo di ricalcolo genera spesso una cifra a conguaglio molto superiore al valore della bolletta media, destando preoccupazione nell'utente e sollevando interrogativi ai quali cercheremo di rispondere.

Pagine